Sali

Perle di coltura d'acqua dolce

Perle di coltura d'acqua dolce

Perle di laghi e fiumi d'acqua dolce

Praticamente in ogni parte del globo si sono verificati ritrovamenti di perle all'interno del corpo dei molluschi d'acqua dolce che vivono nei fiumi, nei laghi e negli stagni. Le perle d'acqua dolce coltivate nel Lago Biwa, in Giappone, sono state a lungo famose per la loro bellezza e per la loro uniformità. Quella fonte di approvvigionamento, però, si è esaurita verso la metà degli anni '80 a causa dell'inquinamento e dell'eccessivo sfruttamento della pesca. Nel corso della storia, vi sono stati importanti ritrovamenti di perle d'acqua dolce nei fiumi e nei laghi della Francia, della Russia, dell'America del Nord ed in quella dei Sud, della Scandinavia e di altri paesi europei. Alcuni storici hanno addirittura mosso l'ipotesi che siano state le perle d'acqua dolce della Scozia il motivo che spinse Giulio Cesare a promuovere l'invasione della Gran Bretagna nel 54 a.C.

Ai giorni d'oggi, il produttore di maggiore rilevanza di perle d'acqua dolce è senza alcun dubbio la Cina.

Questo tipo di perle può presentare tinte che variano decisamente molto. Gli esperti coltivatori cinesi, infatti, hanno la capacità e la bravura di riuscire ad ottenere centinaia di sfumature diverse. Le perle d'acqua dolce hanno dimesioni simili alle perle Akoya con diametro che va dai 2mm per arrivare fino ai 13mm (piuttosto rare).

Le perle coltivate d'acqua dolce si ottengono da molluschi appartenenti alla famiglia degli Unionidi. Tra le specie presenti in Cina ricordiamo la H. Cumingi, dalla conchiglia triangolare, la C. Plicata, dalla conchiglia rugosa. Il mollusco perlifero d'acqua dolce principalmente utilizzato per la coltivazione delle perle negli Stati Uniti è la M. Nervosa. Le perle d'acqua dolce prodotte negli Stati Uniti costituiscono una percentuale minima del mercato di questo tipo di perle che senza dubbio è in mano alla Cina. 

COLLEZIONI DI GIOIELLI IN PERLE D'ACQUA DOLCE


PAGINE CONSIGLIATE...